SCANDALO MOSE, IN 4 ANNI 10 MILIONI DI “FONDI NERI”

0
1248

Una deposizione molto at­tesa quella di Claudia Min­utillo, teste dell’accusa nel processo Mose.  Una dei “grandi accusatori” che hanno permesso di sc­operchiare un vorticoso giro di mazzette e favori all’ombra del sistema di paratoie mobili che dov­rebbe essere inaugurato nel 2018, ha parlato della raccolta di fondi neri per circa 10 milioni di euro in quattro anni da girare al Consorzio Venezia Nuova, all’epoca retto da Giov­anni Mazzacurati. Lo ha fatto nel corso di una de­posizione, a tratti, seco­ndo l’Ansa apparsa confusa rispetto a quanto dichiarato in istruttoria, nell’udienza del processo che vede imputate otto persone, tra le quali l’ex sindaco di Venezia Gi­orgio Orsoni e l’ex ministro Altero Ma­t­teoli. I soldi raccolti con il sistema della false fatturazioni, nel periodo in cui era amministratrice delegata di San Marino Adria Inf­rastrutture, sarebbero serviti, attraverso dazioni an­che a politici, alle quali non avrebbe avuto parte, a spi­ngere sui lavori di realizzazione dell’opera chiamata a proteggere la città lagunare dall’acqua alta. In definitiva venivano emesse fatture per operazioni inesistenti o dal costo inferiore, in modo da riuscire ad avere a disposizione soldi liquidi da consegnare sottobanco a chi era in grado di decidere sul de­stino del Mose.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here