MARCATO VISITA FABLAB DI CAMPOLONGO MAGGIORE

0
785

«Questo è un luogo straordinariamente simbolico. Qui, dove la criminalità organizzata stava compromettendo la sicurezza e le possibilità di sviluppo di un territorio, c’è ora un laboratorio altamente tecnologico e innovativo e si è creato spazio per l’insediamento di altre start-up. Da luogo simbolo della criminalità a emblema di rinascita, ricerca, innovazione e di un futuro possibile». Lo ha detto l’assessore regionale allo sviluppo economico, ricerca e innovazione Roberto Marcato visitando FabLab a Campolongo Maggio­re, laboratorio dotato di attrezzature e macchinari per la fabbricazione digitale che è stato insediato in un immobile confiscato alla Mala del Brenta. «Ma non dobbiamo abbassare la guardia – ha aggiunto – perché nel Veneto ci sono ancora infiltrazioni pericolose». L’assessore ha poi sottolineato, con una punta di orgoglio, che il Veneto è la prima regione italiana che ha finanziato il digital manufacturing a livello di artigianato e piccola media impresa. «Nel Veneto – ha concluso – ci piace immaginare i FabLab soprattutto come acceleratori della trasformazione digitale».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here