Veneto sempre più terra criminale – di Achille Ottaviani

0
81

Il Veneto come scriviamo da tempo è passata dall’essere terra di vita a quella di malavita. Alle mafie tradizionali, storicamente presenti nel nostro paese si sono aggiunte quelle straniere, e i risultati delle organizzazioni criminali esplodono giorno dopo giorno nelle sette città venete. Mafia russa, mafia cinese, mafia nigeriana, si sommano a quella sempre più potente colombiana, in alcune città come Verona, Padova e Venezia si sono fortemente organizzate anche quelle dell’Est Europa. E’ dell’altro ieri l’omicidio del cittadino di origine albanese con precedenti di spaccio di droga, ucciso a bruciapelo a Isola Rizza, nella bassa veronese. Un’ esecuzione in piena regola, è l’ultimo atto di violenza nella nostra regione, le varie mafie continuano a ramificarsi quanto più possibile nel più rigoroso dei silenzi con i cittadini sempre più ostaggio, chiusi nella paura e in omertosi silenzi. Le forze dell’ordine si prodigano e fanno del loro meglio. Purtroppo sono assai carenti di uomini e mezzi. Servirebbe molto di più per affrontare un mondo criminale che giorno dopo giorno si è radicato nella nostra Regione in forme sempre più insospettabili, a volte impensabili. E’ di questi giorni il blitz delle forze dell’ordine nei confronti di uno sviluppo esponenziale delle mafie africane e di quella nigeriana che prospera attraverso lo sfruttamento della prostituzione, lo spaccio di stupefacenti e il mercato di lavoratori clandestini.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here