LE SANZIONI ALLA RUSSIA GRAVANO DI PIU’ SUL VENETO

0
1149

«È paradossale che gli italiani debbano pagare le conseguenze delle sanzioni alla Russia per sostenere un governo, quello dell’Ucraina, che nega le più elementari libertà politiche offrendo copertura politica a famigerati “siti della morte”. Il governo italiano interrompa da subito le sanzioni, altrimenti si renderà complice di queste azioni criminali». È l’appello, affidato ad una nota, del Consigliere regionale del Veneto Stefano Valdegamberi che ha guidato la delegazione di rappresentanti da diverse regioni in Crimea. «È ancor più paradossale – afferma il Consigliere – sentirsi chiedere dalla gente di Crimea, che ama l’Italia, perché questa stessa Italia non rispetta la loro volontà popolare di far parte della Federazione Russa. Sono forse l’Italia e l’Europa i nuovi nemici dei valori democratici nel mondo?». «Mi aspetto da questo Paese – conclude Valdegamberi – che sia capace di alzare la testa e di farsi rispettare, sospendendo immediatamente le sanzioni, del tutto prive di giustificazioni e gravemente dannose per l’economia veneta ed italiana».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here