BELLUNESI CON REDDITI DA FAME

0
899

Dai dati diffusi qualche settimana fa dal Ministero delle Finanze relativi alle dichiarazioni dei redditi del 2015, confrontate con quelle del 2014, sembra che i bellunesi siano diventati un po’ più ricchi: 520 euro in più di media (da 19.416 euro siamo passati a 19.936). Dati positivi, dunque? Non è di questo parere il sindacato, in particolare quello dei pensionati dello Spi Cgil, che ha studiato i numeri e ne ha tratto le conclusioni. «A guardare i redditi sembra che le cose stiano andando meglio» precisa infatti Renato Bressan, segretario provinciale dello Spi «ma purtroppo non è così». Prima di tutto sta diminuendo la popolazione e anche il numero delle dichiarazioni presentate.  In aumento c’è invece la disuguaglianza tra fasce di reddito e per tipologia di lavoro. «L’aumento del reddito per gli autonomi è del 5 per cento, per i lavoratori dipendenti del 3 per cento, per i pensionati del 2 per cento». Cioè i redditi più alti lo diventano ancora di più, i redditi più bassi ristagnano. «Come sindacato abbiamo parlato sia con Jacopo Massaro che con Perenzin, chiedendo di essere convocati con i nostri tecnici ai loro incontri. Noi sappiamo bene, perchè abbiamo in mano tutti i numeri di chi fa l’Isee e di chi ne ha diritto, dove deve essere posto il limite, l’asticella di accesso ai servizi».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here