APPALTO DA 150 MLN PER LA SIRAI DI PORTO MARGHERA

0
770

L’azienda Sirai (Societá Italiana per la Riqualificazione Ambien­tale ed Infrastrutturale) di Vin­cenzo Marinese, con sede a Por­to Marghera ha sottoscritto un accordo per realizzare 90 pozzi di estrazione dell’acqua con una profondità di 700 metri in Libia. Il valore dell’accordo è stimato attorno ai 150 milioni di euro e prevede anche il trattamento delle acque incluse tutte quelle lavorazioni per lo stoccaggio e le infrastrutture ne­­cessarie per la distribuzione dell’acqua nei centri abitati. L’ac­cordo sottoscritto è solo una delle tante occasioni per le imprese italiane dopo un incontro bilaterale tenutosi in Tunisia ad Hammamet a cui hanno partecipato circa una quarantina di imprese italiane. I rappresentanti di queste imprese tra cui anche Sirai, hanno avuto l’occasione di incontrare una nu­merosa delegazione libica delle regioni ovest della Libia. Il meeting organizzato da Anbro consulting verteva sulle necessità urgenti di realizzare interventi infrastrutturali. All’incontro erano presenti: l’ambasciatore italiano Raimondo De Cardona; l’ex ambasciatore libico in Tunisia Youssef El Ayem; il sindaco governatore di Zinten Mustafa Mohamed Al Baroni; il sindaco di Dhaher Al Djebar Khaled Zayed al Chaidi; gli assessori delle Regioni libiche; il presidente di Confindustria sardo, Alberto Scanu; il vice presidente di Confindustria della Tunisia, Slim Ghorbel.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here