APPALTI PUBBLICI: AL VIA LA RIFORMA, MA RISCHIO BLOCCO

0
724
????????????????????????????????????

«Il nuovo Codice degli appalti è stato appena varato dal Governo, ma la mancata previsione di un periodo transitorio nella sua applicazione rischia di generare nell’immediato, anche a Venezia, un blocco dei lavori pubblici». È  quanto emerso nel corso di un affollato convegno organizzato da Ance Venezia alla “Cittadella dell’Edilizia” a Marghera, con l’intervento del vice presidente na­zio­nale Ance, Edoardo Bianchi. Secondo l’Ance Venezia le stazioni appaltanti avranno bisogno di tempo per studiare le nuove regole. In questo lasso di tempo si rischia un totale congelamento delle gare. «La conseguenza è che, a distanza di oltre un mese dall’entrata in vigore del nuovo Codice, le gare d’appalto pubblicate in provincia si contano sulle dita di una mano. È un rischio che non possiamo correre – commenta Ugo Cavallin, presidente di Ance Venezia – proprio in un momento in cui il mercato avrebbe bisogno di essere sostenuto, non solo per la modernizzazione del Paese ma anche per la semplice manutenzione delle opere maggiormente urgenti: scuole, alloggi pubblici, strade, ospedali».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here