UCCIDE L’EX DI 21 ANNI INCINTA IL CORPO NEL FOSSO DA GIORNI

0
1078

Un corpo riverso in un fossato, sembra una ragazza e non si muove. Poi l’ancora più tragica scoperta: quel corpo oramai senza vita era di una giovane donna di 21 anni ed era incinta di sei mesi. Il corpo della giovane, residente a Conegliano, è stato trovato nella notte tra mercoledì e giovedì dai poliziotti della sezione investigativa del commissariato di Conegliano. A portare nella zona il corpo, dopo aver ucciso la ragazza colpendola con una pietra, è stato l’ex fidanzato diciannovenne. Ed è stato lo stesso ragazzo a condurre i poliziotti al luogo dove aveva abbandonato la vittima. Entrambi sono di origini moldave. Una notte da incubo, terminata con il rinvenimento del cadavere e il fermo giudiziario del giovane assassino. La vittima si trovava nel fossato già da qualche gior no.Le indagini erano iniziate con la scomparsa da casa della ragazza, alcuni giorni fa. La vittima lavorava in alcuni hotel del Coneglianese mentre il suo assassino è uno studente al quarto anno delle superiori. Secondo quanto si è appreso, il presunto omicida avrebbe confessato alle forze dell’ordine la sua responsabilità affermando che la morte della fidanzata sarebbe avvenuta durante una lite, poi degenerata. Il diciannovenne ha confessato di averla picchiata e poi strangolata.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here