TAGLI DEL GOVERNO AL CORPO DOCENTE, IN VENETO MENO 473 POSTI

0
984
VENEZIA 27.06.2015.FOTOATTUALITA'.PALAZZO FERRO FINI. PRIMA SEDUTA DEL CONSIGLIO REGIONALE E PROCLAMAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE.NELLA FOTO: L'ASSESSORE ALL'ISTRUZIONE ELENA DONAZZAN

«Con il taglio del corpo docente attuato dal Governo nei confronti del Veneto, l’Ufficio scolastico regionale non potrà sdoppiare le classi sovraffollate e le pluriclassi fuori parametro, non potrà garantire le ore previste per il tempo pieno, non potrà dare il doppio turno alle sezioni dell’infanzia, non potrà garantire un’adeguata co­pertura di insegnanti nelle zone montate, come sull’Altopiano di Asiago, con tutte le problematiche annesse e connesse, che do­vranno subire in primis le famiglie sulla propria pelle». É quanto af­ferma l’assessore all’istruzione del­la Regione, Elena Donazzan, commentando i numeri del confronto tra i posti richiesti dall’Ufficio scolastico regionale del Veneto (48.530) e i posti autorizzati dal MIUR (48.057) per soddisfare il funzionamento delle scuole statali del Veneto nell’anno scolastico 2016/2017. Nelle scuole della regione, quindi, sono ben 473 i posti che mancano, tutti necessari per soddisfare le esigenze messe in luce dall’assessore Donazzan in raccordo con la dottoressa Daniela Beltrame, dirigente generale dell’Ufficio scolastico regionale per il Veneto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here