SEQUESTRATO IN LIBIA, CHIESTO IL RISCATTO

0
1119

Vogliono quattro milioni di dollari, i sequestratori di Da­nilo Calonego, per liberare il tecnico di Sedico e i colleghi rapiti in Libia il 19 settembre. La notizia del riscatto è stata di­ffusa dal portale web mediorientale Middleasteye, ma per ora in Italia non ci sono conferme. Le figlie di Danilo Calonego, non appena hanno sentito la novità (che farebbe ben sperare, perché significherebbe che il loro papà è ancora vivo) ha­n­no telefonato alla Fa­rnesina, ma nulla è filtrato. La notizia uscita sul portale web mediorientale Mid­dleasteye parla di un riscatto di 4 milioni di dollari chiesto dal gruppo armato che av­rebbe con sé gli ostaggi. Si tratta di un gr­uppo di algerini e libici, «che ha buoni rapporti con Aqmi, l’Al-Qaeda locale», ma che ag­isce da solo e «per motivi economici». A guidare il gr­up­po, co­me rivelano alcune fo­nti ri­servate dei servizi se­greti al­gerini che stanno se­guendo il caso su richiesta italiana, sa­rebbe un jihadista algerino che ha già collaborato con i qaedisti negli as­salti ad impianti petroliferi e di gas nel cuore del deserto al­gerino.Gli ostaggi potrebbero trovarsi proprio in Al­geria, visto che il gruppo si muove a cavallo del confine con la Libia. Del caso si stanno oc­cupando anche in­terme­­diari libici locali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here