PER DIFENDERE UNA DONNA VIENE PRESO A BASTONATE

0
1792

Edicolante preso a bastonate e ferito perchè cerca di difendere una donna dall’aggressione di un giovane nigeriano. Quest’­ultimo, però, è stato immobilizzato dai carabinieri e arrestato. Un nigeriano, identificato poi in Lucky Omoakhodiom, 25 anni, irregolare, si avvicina a una donna cinese, di 33 anni. La donna è lì per caso, ma lui si scaglia con violenza contro di lei. La prende a calci e a pugni, la fa cadere a terra. Vede la scena  Angelo Lionello, 60 anni, di Due Carrare, edicolante in città, in Largo Europa. «Si com­portava come un ubriaco – ricorda Angelo – Direi anche come un drogato. Quella poveretta era a terra. Non si sa perchè improvvisamente l’abbia aggredita. Gli ho detto di fermarsi. Lui ha cominciato a spintonarmi. Pazzo, sembrava un pazzo. E pensare che mi trovavo in corso Del Popolo a parlare con il mio collega, sì, ero vicino all’edicola».  Il nigeriano non si arrende. Proprio dietro l’edicola dei giornali trova una scopa. «L’ha afferrata e mi è venuto contro. Mi ha bastonato sul volto. Mi ha fatto cadere a terra». Infine gli scaglia addosso anche una bicicletta. La donna è ancora sull’asfalto, ma con il cellulare riesce a chiamare la centrale operativa dei carabinieri. In pochi minuti la pattuglia intercetta il nigeriano. Non è distante dal luogo dell’aggressione. Lui tenta di resistere all’arresto dei militari, poi cede. Il nigeriano finisce in carcere con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. «Ora sto bene, per fortuna non ho per­so conoscenza. Anche quella don­na è stata portata al pronto soc­corso, miracolosame­nte niente di grave, qualche botta, ma poteva andare peggio».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here