Patto per l’agroalimentare

0
90

«Sostenere la promozione e la vendita dei prodotti tipici e di qualità del ‘Made in Veneto’ è una battaglia strategica che riguarda tutta la filiera, dai produttori agricoli e caseari alla trasformazione industriale e distribuzione commerciale ai consumatori delle eccellenze del Veneto. Specie in questa fase di incertezza e debolezza dei consumi e di faticosa ripartenza a seguito dell’emergenza Covid, i cui effetti continueranno a vedersi per mesi sui consumi degli italiani». Così Giovanni Taliana, Presidente del Gruppo Alimentare di Assindustria Venetocentro sull’adesione di Aspiag Service al protocollo di filiera realizzato dalla Regione Veneto per valorizzare i prodotti tipici regionali del settore agricolo e caseario e sostenerli dalla produzione fino alla vendita, presentata oggi a Padova.
«Come Assindustria Ve­netocentro – dichiara Taliana – esprimiamo grande apprezzamento per la collaborazione tra Aspiag Service e la Regione Veneto al progetto di sviluppo della filiera agroalimentare veneta dal campo alla vendita, e siamo pronti a lavorare perché il ‘patto di filiera’ si allarghi e coinvolga altri gruppi della grande distribuzione, a beneficio della ripartenza dei produttori agricoli e caseari del nostro territorio, della tenuta dell’occupazione, delle imprese di trasformazione e distribuzione commerciale, della tutela della qualità, quindi dei consumatori delle eccellenze del ‘Made in Veneto’. Pro­muovere i patti di filiera tra aziende agricole, della trasformazione e della grande distribuzione è lungimirante e va nella direzione giusta, anche per compensare la pesante caduta dell’Horeca (hotel, ristoranti, bar) dovuta al lockdown, che ha fatto venir meno un canale fondamentale di vendita».