“Olimpiadi acquistino il legno caduto”

0
260

Ad un anno dalla tempesta Vaia che ha devastato 42.500 ettari di foreste italiane, PEFC Italia fa il punto della situazione: sono ancora 5 milioni i m3 cubi di legname da recuperare in bosco, ma nel frattempo tanto è stato fatto grazie al progetto Filiera Solidale PEFC, un logo per il legname proveniente dall’allestimento delle piante abbattute da Vaia. Numerosi gli esempi virtuosi, dal Teatro Greco di Siracusa agli strumenti musicali realizzati con legname da schianto. E ora PEFC Italia chiede alle istituzioni interessate che “i lavori necessari per le Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026 siano fatti con il legno della Filiera Solidale”. 494 Comuni coinvolti in quattro regioni, un’estensione delle foreste danneggiate sull’arco alpino di 42.500 ettari, 8,5 milioni di m3 cubi di legname abbattuti, tanti quanti se ne taglierebbero normalmente in 5-7 anni. Sono questi i numeri provocati dalla tempesta Vaia che, con piogge e raffiche di vento stimate oltre i 150 km/h, esattamente un anno fa ha colpito Lombardia, Veneto, Trentino-Alto Adige, Friuli Venezia Giulia. Per questo motivo, PEFC si è attivato sin da subito con il progetto Filiera Solidale PEFC, l’unico sistema pensato per il legname proveniente dall’allestimento delle piante abbattute da Vaia che, attraverso il logo della Filiera Solidale, lo accompagnerà con la tracciabilità attraverso le varie trasformazioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here