NON C’E’ PACE PER BORGO BERGA, M5S: “SCADUTI I PERMESSI”

0
1159

«Il cantiere è abusivo e va sequestrato». Non c’è pa­ce per Borgo Berga. D­o­­­po gli esposti e le de­nunce di Legambiente, Italia nostra e comitato a­ntibusi, ecco l’int­err­og­az­ione parlamentare. Il ca­so dell’ex Co­to­rossi  – che oggi ospita tra l’altro il nuovo tribunale, un su­p­ermercato, ap­part­a­m­­e­nti e uffici – finisce sul ta­volo del ministro delle infrastrutture Graziano Del­rio. Og­getto, le costruzioni realizzate a pochi passi dalla Ro­tonda e da villa Valmarana ai Nani, in un’area a rischio idrogeologico. Cost­ruzi­oni in fase di completamento nonostante l’autorizzazione sia scaduta da 2 anni. A dirlo è il senatore dei 5 Stelle Enrico Cap­pel­letti, il quale chiede a Delrio «di verificare la regolarità dei lavori e in particolare se esiste un permesso a costruire».  «Qu­alo­ra si risc­o­ntrassero anomalie, bisogn­erebbe procedere alla sospensione dei lavori», aggiunge. Pronta la risposta del comune: «Per avere chi­arimenti, bastava riv­olgersi a noi – precisa l’as­sessore alla semplificazione e in­no­vazione Fili­ppo Za­­ne­tti -. La cu­batura attuale è sufficiente per ottenere le scie di completamento lavori, cioè le segnalazioni ce­rtificate di inizio attività. Non serve presentare una domanda di proroga, bastano le scie». Insomma, per palazzo Tri­ssino è tutto a posto. Ma per ­Pa­olo Crestanello del co­­mitato antiabusi la situazione è più complessa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here