Nessuna ipotesi di vendita

0
133

La Fondazione di Venezia chiarisce che non vi è alcuna ipotesi di vendita della Casa dei Tre Oci e che tale proposta non è mai pervenuta al Consiglio Generale dell’ente, Organo al quale compete la deliberazione su eventuali vendite di cespiti immobiliari. Al Consiglio Generale di venerdì 8 maggio scorso, sono state esposte da parte dei tecnici tre “ipotesi operative”, come previsto all’ordine del giorno, in applicazione dei suggerimenti formulati nella relazione degli Advisor. Tra queste, l’ing. Tommaso Santini, al quale era stata affidata l’analisi del Patrimonio Immobiliare, ha presentato, come gli era stato chiesto, una relazione finalizzata alla “valorizzazione” dello stesso, con un focus particolare sul complesso immobiliare di M9. Lo scopo era e rimane quello di dare un supporto di analisi per consentire agli Organi della Fondazione di definire le azioni più opportune per rendere più efficiente la gestione dello stesso patrimonio con l’obiettivo di valorizzarlo, tenendo conto non solo dei soli aspetti economici ma anche del contributo, in termini culturali, che la Fondazione dà e vuole continuare a dare a tutto il territorio