Carraro, da Striscia la notizia alle attestazioni di conformità

0
519

E’ tempo di mascherine e altri dispositivi di protezione individuale, meglio assicurarsi che abbiamo il marchio CE e siano conformi alle normative europee, dunque certificati, quando richiesto dalla legge da un autorevole e accreditato ente terzo (rispetto a chi le produce e le commercializza), da individuarsi all’interno dell’Unione Europea. Parola dell’ing. Renato Carraro, manager e capitano d’impresa patavino, che è il consulente per la sicurezza dei prodotti della gettonatissima trasmissione televisiva “Striscia la Notizia” di Canale 5. Ebbene, dietro al volto dell’esperto che anche nell’ultima puntata in onda la sera del 6 maggio ha illustrato sinteticamente i corretti meccanismi di attestazione di conformità dei prodotti con marcatura CE nel corso dell’approfondimento sulle mascherine condotto dall’inviato di “Striscia” Moreno Morello, c’è un’autorità in materia, nonché il fondatore e titolare di C&C Group Srl (https://cec.group), società di consulenza, sicurezza e commercializzazione di prodotti sicuri con sede a Cadoneghe (Padova)..Che l’ing. Renato Carraro sia un punto di riferimento in fatto di marcature e di tutto ciò che rende prodotti e servizi delle aziende perfettamente conformi alle normative e dunque adeguate alle esigenze di sicurezza dei mercati, lo ha compreso, dopo la Guardia di Finanza e le altre autorità di controllo, anche l’Associazione nazionale Tossicologi e Tecnici Ambientali (A.T.T.A.), la quale nei giorni scorsi ha chiesto all’ing. Carraro di diventare membro dell’area Biosicurezza del proprio Comitato Scientifico (http://www.atta.bio/), coordinato dal prof. Massimo Radaelli. “Un’altra bella soddisfazione per me – commenta l’ing. Carraro – sia per l’autorevolezza dell’organismo di cui entro a far parte, sia perché si tratta di un altro riconoscimento di un percorso professionale fatto di studi, dedizione al lavoro, impegno, ed esperienza maturata sul campo”.