Marmolada, un’immane tragedia

0
262

«La tragedia della Marmolada ci lascia sgomenti e addolorati per la perdita di vite umane. Solidarietà alle famiglia delle vittime. Ancora una volta un campanello d’allarme, che ci ricorda che la sostenibilità è un’urgenza assoluta. Il cambiamento climatico è sotto gli occhi di tutti e miete sempre più vittime. Ogni anno muoiono 7 milioni di persone solo per l’inquinamento dell’aria e l’OMS ci informa che si prevedono incrementi di 250mila vittime ogni anno. Occorre un nuovo patto globale per il clima che sia vincolante per tutti e che metta al primo posto la vita e la felicità umana». E’ il commento di Pierluigi Sassi, presidente Earth Day Italia e Impatta.
Per la parte veneta sono stati operativi fin da subito i 2 elicotteri del Suem 118 della Ulss di Belluno. Operativo anche uno degli elicotteri della Protezione Civile della Regione del Veneto per trasportare squadre dei soccorritori alpini con unità cinofile sul posto. Tutte le squadre del soccorso alpino della zona sono state attivate.
Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia si è recato alla caserma dei vigili del fuoco di Canazei dove è stata allestita la centrale operativa di coordinamento delle operazioni di soccorso e ricerca in seguito al crollo avvenuto sulla Marmolada.
Intanto il presidente del Consiglio Mario Draghi è atterato all’aeroporto di Villafranca e a causa del maltempo si è spostato in auto a Canazei per fare il punto sulla tragedia.