la sfida di Kidsuniversity si gioca tra verona e vicenza

La curiosità è l’innato strumento attraverso cui i bambini apprendono e crescono; per nutrirla, l’ateneo di Verona, in collaborazione con Pleiadi Science Farmer, ha deciso di proseguire la sfida di Kidsuniversity proponendo, per la terza edizione, dal 14 al 24 settembre, laboratori per scuole, insegnanti e famiglie, eventi, workshop e momenti di riflessione e rilancio delle buone pratiche di didattica innovativa. E quest’anno per la prima volta Kidsuniversity Verona esce dai confini scaligeri, grazie alla collaborazione con il Palladio Museum e con la sede di Vicenza dell’ateneo.
Il progetto ha il patrocinio dell’assessorato all’Istruzione del Comune di Verona, della Regione Veneto, del Miur – Ufficio scolastico provinciale, di Confindustria Verona e di Ecunet la rete europea delle università dei bambini, con la partecipazione di Aga – Tocatì, Festival dei giochi in strada. È realizzato grazie al contributo del main sponsor Fondazione San Zeno e del media partner L’Arena e in collaborazione con il gruppo Agsm, Gardaland Sea Life, EcorNaturaSì, Pingu’s English School, Acque Veronesi. Paola Signori, docente di Marketing e Silvia Cantele, docente di Economia aziendale dell’ateneo scaligero racconteranno ai giovani alunni iscritti a questo KidsLab Scuola cosa significa fare impresa. I ragazzi verranno divisi in gruppi per ricoprire diversi ruoli aziendali. Dovranno dare vita ad una piccola impresa e vestirsi, comportarsi e pensare come imprenditori. Studieranno il mercato, definiranno una strategia, analizzeranno la concorrenza e i risultati ottenuti. Con questa simulazione d’impresa saranno avvicinati ad alcuni concetti del business plan, del marketing e dell’economia aziendale.