La ricerca internazionale trova una sede a Bruxelles

0
153

“A Bruxelles, ora, c’è ancora più Veneto, declinato in una delle sue immagini migliori, quella dell’eccellenza scientifica che si confronta e dialoga con il mondo. Il VIMM, infatti, rappresenta una delle istituzioni venete più efficaci nella ricerca. Da alcuni mesi ha intrapreso una strada, assolutamente virtuosa, di crescita anche nelle iniziative istituzionali di comunicazione e promozione dell’attività che gli oltre 200 ricercatori presenti, portano avanti. È un grande motivo di orgoglio, per la Regione Veneto, poter assistere alla crescita della consapevolezza, anche nel panorama internazionale, che il VIMM esprime con potenzialità scientifiche di assoluto rilievo e accrescendo giorno dopo giorno la propria attività”.
Questo il pensiero del presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, dopo che, nei giorni scorsi, la Presidente della Fondazione per la Ricerca Biomedica Avanzata, Giustina Mistrello Destro, ha siglato con i rappresentati della Sede di Bruxelles della Regione Veneto un accordo quadro di collaborazione e aperto presso la Sede stessa la domiciliazione dell’Istituto Veneto di Medicina Molecolare (VIMM).
I ricercatori del VIMM, molti dei quali sono molto giovani, hanno da oggi uno strumento in più per raggiungere il pubblico internazionale.