Due startup tech conquistano gli Usa

0
164

La creatività italiana nelle arti incontra e stimola l’innovazione tecnologica. Una contaminazione che è alla base di South by Southwest (SXSW), il principale festival statunitense dedicato alla musica e al cinema indipendente che si svolge ogni anno a Austin, in Texas, e che organizza al suo interno un vero e proprio expo di imprese innovative. Tra queste anche 12 startup italiane, a comporre il padiglione organizzato dall’ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane. La missione porterà una significativa rappresentanza del mondo dell’innovazione italiana a contatto con i principali attori dell’industria creativa globale.
Due di queste startup sono venete:
Hòra Verona
Hòra è un’azienda che ha sviluppato l’omonima bevanda multivitaminica. Una bibita analcolica, naturale ed energetica, prodotta con 4 ingredienti: arancia 20%, miele 10%, limone 3% e sambuco 1%, con l’aggiunta di 7 vitamine e zinco. È senza zucchero, caffeina, e taurina.
Volvero Padova-Milano
Volvero è un’app che consente la condivisione di veicoli, mettendo in contatto proprietari di auto e persone che ne hanno bisogno per brevi periodi. Il sistema permette a entrambi di risparmiare in sicurezza, mettendo a disposizione una copertura assicurativa completa.
Il Creative Industries Expo di SXSW e il padiglione italiano.
L’expo rimane aperto nelle 4 giornate centrali di South by Southwest (tra il 10 e il 13 marzo, mentre il festival si svolge fino al 16 marzo), mette insieme aziende innovative da tutto il mondo, per offrire una prospettiva su come la creatività, attraverso la tecnologia, cambierà la società nei prossimi anni.
L’Italia torna alla manifestazione texana dopo la prima partecipazione dello scorso anno con un padiglione che accoglierà 12 startup innovative. Tante le soluzioni: dalla “sentinella digitale” che grazie all’AI rileva gli incendi sul nascere all’app per il car sharing tra privati, che mette in contatto chi ha un’auto ma la usa poco, e chi non ha un’auto ma ne ha bisogno ogni tanto. Ma anche piattaforme AI per il retail e l’industria e, restando in ambito artistico-musicale, un vero e proprio sistema operativo per audiofili che integra tutte le funzioni per l’ascolto di musica digitale disponibili tra le varie piattaforme.
Tra gli appuntamenti in programma anche la serata “Spritz, Tech & Sounds” al Parkside di Austin, organizzato da Agenzia ICE il 12 marzo: un’occasione di incontro e di networking con player industriali e investitori, in cui ai pitch dei giovani talenti innovatori si accompagnano gli showcase di alcuni artisti rappresentanti della musica italiana a SXSW: la cantautrice palermitana Aurora D’Amico, la romana Daniela Mariti, in arte Danxgerous, e la band torinese Plastic Palms.
L’ufficio ICE di Los Angeles coordina la missione a SXSW con il suo team specializzato nei settori innovazione e audiovisivo-musicale. Il desk innovazione IT è attivo a supporto di giovani talenti e startup sul mercato americano con numerose iniziative di promozione e servizi di assistenza personalizzata, per agevolare la raccolta di finanziamenti e il processo di validazione sul mercato.