IN VENETO PIANO DI INVESTIMENTI “PRIMA LA SICUREZZA”

0
986

Sono 79 gli interventi di ristrutturazione e messa a norma delle scuole venete messi in cantiere quest’anno con le risorse del piano triennale per l’edilizia scolastica. Un piano che porta in dote 89 milioni della Banca Europea per gli Investimenti per il biennio 2015-2016 e che ora attende di essere finanziato, tramite la Cassa depositi e Prestiti, per la terza tranche, nel 2017. Tra i criteri premiali per l’assegnazione di questi fondi la Regione Veneto ha previsto, di propria iniziativa, l’adeguamento anti-sismico. «La prevenzione del rischio sismico, e quindi la sicurezza degli edifici scolastici di ogni ordine e grado, è un criterio guida della programmazione regionale – mette in evidenza Elena Do­naz­zan – Non è certo un caso se il Veneto, di propria iniziativa e con lungimiranza , ha inserito nel 2015 punteggi premiali per i progetti di ristrutturazione che comprendono interventi antisismici, assegnando quindi una specifica priorità nell’impiego dei fondi Bei». «Anche il prossimo bando regionale per l’edilizia scolastica, che verrà aperto nel 2017, avrà tra i criteri premiali l’adeguamento antisismico – conclude l’assessore Donazzan – perché la sicurezza di studenti, insegnanti e operatori scolastici è dovere di civiltà e priorità inderogabile per la Regione Veneto e le amministrazioni locali, la sicurezza è al primo posto».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here