In Veneto è tutta una frana

0
511

Il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, ha compiuto un sopralluogo in alcune tra le zone più colpite dalla devastante ondata di maltempo di questi giorni. Il Governatore le ha sorvolate in elicottero, atterrando in alcune località. La direzione dell’Area Tutela e Sviluppo del territorio del Territorio della Regione del Veneto ha raccolto le segnalazioni relative ai numerosi i movimenti franosi provocati dal maltempo degli ultimi giorni. 23 le situazioni monitorate. In Comune di Alpago è tornata a preoccupare la frana di Schiucaz oltre ad un altro smottamento in località Plois. Lungo la strada Regionale 203 in Comune di Sedico un tratto risulta, attualmente, a senso unico alternato per l’erosione del fiume Cordevole in una situazione, che permane critica. Nel capoluogo chiusa via Miari per uno smottamento, a Livinallongo in località Contrin e Cherz, smottamenti su strada già sgomberati; a Selva di Cadore a monte dell’abitato di Rova; due le situazioni monitorate a Canale d’Agordo, in località Carfon a monte strada comunale e in località Pisoliva a tergo di un’abitazione. A Vallada Agordina sono state evacuate tre persone in località Mas per rischio frana mentre ad Alleghe a monte dell’abitato di Caprile si è registrato nuovo movimento franoso a ridosso dell’Hotel Posta e di altri fabbricati. A Santo Stefano di Cadore in località Tarigole l’esondazione di rii minori con trasporto terra e sassi ha coinvolto un campeggio; colpita inoltre la sponda del Rio Mauria, in area solo forestale. Uno smottamento si registra a San Nicolò Comelico in località Costa si è verificato uno smottamento su strada provinciale e a San Pietro di Cadore una frana ha coinvolto la strada dal capoluogo alla località Costalta. Infine, una segnalazione in provincia di Vicenza, a Colceresa (Mason) dove si registra una frana in località Barco. La Camera di Commercio di Venezia Rovigo ha intanto stanziato 500.000,00 euro a favore delle imprese di tutto il litorale che va dal Tagliamento al Delta del Po e della città di Venezia duramente provate dall’alta marea che ha investito il territorio negli ultimi giorni. La Giunta camerale, riunita a Marghera, dopo avere deliberato la misura straordinaria, si è riservata di verificare e stanziare ulteriori risorse più avanti. “Le nostre imprese e i nostri imprenditori non vanno lasciati soli. Le piccole botteghe detentrici del saper fare e della tradizione artigiana, mai come in questo momento vanno aiutate a risollevarsi – dichiara Giuseppe Fedalto, presidente Camera di Commercio di Venezia Rovigo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here