Gli spettacoli del mistero nel festival delle Pro loco

0
91

Tra certo ed ignoto, tra reale e virtuale, tra fantasia e realtà… sarà un’edizione che rimarrà nella storia, quella 2020 di “Veneto: Spettacoli di Mistero”, il Festival promosso da Regione del Veneto e UNPLI Veneto.
Una rassegna che si appresta a vivere la 12^ edizione in un anno decisamente particolare, strano e misterioso, in cui l’esorcizzare paure ancestrali assume un significato ancor più profondo.
Un compito non facile che la rassegna di appresta a portare a termine grazie a leggende e racconti che, in Veneto, vivono da sempre nelle tradizioni popolari.
L’edizione 2020 sarà ovviamente adeguata alle normative in atto: gli eventi si terranno principalmente all’aperto, o in cinema/teatri in cui sia possibile ospitare un massimo di duecento persone (inclusi attori, maestranze, rappresentanti delle Pro Loco) mantenendo le norme di distanziamento sociale.
Un segnale di positività, quello dato da “Veneto: Spettacoli di Mistero”, che va ben oltre la rassegna, come sottolinea il presidente UNPLI Veneto, Giovanni Follador: “Le Pro Loco non si fermano mai, possono trovare davanti a loro qualsiasi ostacolo ma, con ingegno, impegno e passione, riescono sempre a superarlo.