CREDITO ALLE IMPRESE: CAMCOM INCONTRA BANCHE E CONSORZI FIDI

0
1032

Hanno accolto l’invito 20 banche di Treviso e Belluno favorendo un interessante scambio di idee rivolte alle imprese. Si è parlato di credito, di rating, di formazione di una nuova cultura finanziaria, di mercato interno, di digitalizzazione e internazionalizzazione. Il presidente Mario Pozza ha  aperto l’incontro informando della fase di programmazione pluriennale del nuovo Ente accorpato. «Qualsiasi spiraglio ci sia per fare qualcosa – ha detto – in tema di credito alle imprese, anche fa­cen­do sponda con quello che è il terreno d’intervento per noi più usuale, come i Consorzi Fidi, sap­­piate che in me troverete sem­pre un interlocutore privilegiato». Comunica la sua preoccupazione che trova sintesi nei dati di Bankitalia sui Depositi e gli Impieghi. Sia in provincia di Tre­viso che a Belluno, dove  salgono i primi e calano i secondi. Il presidente Pozza evidenzia che cresce la liquidità, che però non riesce a trovare adeguati ca­nali di utilizzo. «Il dato sulle sofferenze nel nostro territorio non accenna a diminuire – sottolinea – a differenza del dato nazionale, che ne­gli ultimi tre mesi ha conosciuto una pur minima riduzione. Se non ripristiniamo fiducia – afferma – perdiamo tutti. E su questo ripristinare fiducia io davvero me la vorrei giocare tutta. Anche facendo leva sul mio ruolo di Vice Presidente di Unioncamere: se serve portare determinate questioni ai tavoli nazionali». Pozza punta l’attenzione sull’aggiornamento tecnologico delle imprese che non può più essere rinviato. Molto positivo anche l’incontro con i consorzi Fidi che ha portato ad uno scambio di pareri sulla situazione congiunturale e sull’importante ruolo che può avere la Camera di Commercio al tavolo dei confidi con la Regione per lavorare all’abbattimento dei costi delle garanzie per l’accesso al credito e per garantire la sussidiarietà e rivedere i regolamenti della controgaranzia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here