Coronavirus: non intasare il 118

0
113

La Regione Veneto ha attivato il numero verde 800462340 per assistere e informare i cittadini sui comportamenti da tenere da parte delle persone che temono di essere entrate in contatto con virus. La decisione è stata presa alla luce del fatto che numerose persone stanno chiamando il 118 per chiedere informazioni sull’infezione, per evitare il sovraccarico delle centrali operative, che può avere delle conseguenze sul soccorso a persone che hanno effettivamente necessità di un intervento immediato. Si raccomanda peraltro di chiamare il 118 in caso di difficoltà respiratoria, per richiedere l’invio immediato di un’ambulanza. “Ora nella sede della Protezione civile per una nuova riunione con i ministri Luigi Di Maio, Roberto Speranza e in costante contatto con i presidenti di regione”. Lo ha scritto su Twitter il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, pubblicando una foto che li ritrae con il commissario Angelo Borrelli.
Potrebbe intanto esserci una svolta nell’individuazione del possibile ‘paziente zero’ che ha diffuso il Coronavirus a Vo’. Un agricoltore 60enne di un paese vicino, Albettone (Vicenza), frequentatore dei bar di Vo’, era stato a Codogno e in altri centri del lodigiano, focolaio del virus in Lombardia, nelle scorse settimane, ed ora ha tosse e sintomi influenzali. “Abbiamo avvisato l’Usl di competenza”, ha detto il sindaco di Vo’ Giuliano Martini, “e anche il sindaco di Albettone”. Il 118 lo ha porta a fare tampone a Vicenza. In Veneto ai primi 25 casi se ne sono aggiunti altri due casi di Coronavirus e poi altri due: in totale 29. Lo ha riferito la Regione Veneto. Si tratta di una persona anziana del centro storico di Venezia, che era già ricoverata all’Ospedale Civile e che è stata trovata positiva al virus, e di una persona del Padovano. Si tratta di persone appartenenti agli stessi cluster già noti nel veneziano e nel padovano.
Scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private, nidi compresi, resteranno chiusi a Sant’Agata de’ Goti fino a giovedì: la decisione del sindaco Giovannina Piccoli è scattata per la presenza, fino a qualche giorno fa sul territorio, di un insegnante di origini santagatesi che presta servizio a Casalpusterlengo, comune del Milanese che si trova all’interno del focolaio del virus, e al rientro di un gruppo di studenti delle scuole del territorio da una gita a Milano e Verona. L’ordinanza del sindaco si Sant’Agata dei Goti invita i familiari del docente e tutti coloro che hanno partecipato alla gita di istruzione a osservare un periodo di 14 giorni di quarantena.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here