Coppia rimborsata dall’agenzia online

0
61

Il destino aveva giocato loro un brutto scherzo, l’ufficio legale dell’Adico ha sistemato le cose. E così M.N. ed E.O., giovane coppia mestrina, possono dimenticare la disavventura vissuta lo scorso marzo quando una vacanza in Egitto programmata e agognata da tempo si era trasformata in una odissea improvvisa, provocata da due emergenze contingenti: il fallimento della compagnia aerea AirItaly e la contemporanea esplosione del Coronavirus e delle conseguenti restrizioni. Due eventi inattesi che hanno provocato disagi e costi del tutto imprevisti e imprevedibili. Ora, però, grazie all’intervento dell’associazione dei consumatori, il sito on line “lastminute” (che ha fatto da tramite per un prodotto venduto da booking.com), ha riconosciuto oltre 900 euro fra rimborso dei biglietti e altre spese, assecondando in tutto e per tutte le richieste di Adico.
Questa la vicenda. La coppia mestrina aveva prenotato la vacanza in Egitto per il periodo 24 febbraio-5 marzo. Il primo intoppo, il meno grave, si è concretizzato qualche giorno prima della partenza quando l’agenzia ha comunicato loro che non avrebbero più volato con AirItaly (perché in fase di fallimento) e che dunque il programma subiva un cambiamento. Alla fine la partenza è avvenuta comunque e i due si sono ritrovati nelle splendide spiagge di Sharm. A pochi giorni dal rientro, però, la coppia mestrina ha cominciato a ricevere notizie allarmanti dall’Italia e dalla stessa Farnesina, circa la diffusione del Coronavirus. Dalle agenzie on line, però, nessuna risposta alle loro richieste di assistenza.
Dall’Egitto sono arrivati a Istanbul con la Turkish airlines (in sostituzione di AirItaly) ma qui sono rimasti bloccati dato che la compagnia non faceva più scalo in Italia a causa della pandemia. Così sono costretti ad acquistare un nuovo biglietto, con destinazione Dusseldorf e lì hanno alloggiato una notte per poi rientrare a Milano il giorno seguente. “Tutto bene quel che finisce bene – commenta soddisfatto Carlo Garofolini, presidente dell’associazione – La situazione era particolarmente difficile perchè ci siamo rapportati con siti on line, con cui non è così semplice instaurare un dialogo. Per fortuna, grazie alla perseveranza del nostro ufficio legale, abbiamo risolto una situazione molto intricata visto che i nostri due soci sono incappati in due vicende davvero imprevedibili”.