Bottacin: “chi ha proposto sì, non parli di autonomie”

0
963
VENEZIA 27.06.2015.FOTOATTUALITA'.PALAZZO FERRO FINI. PRIMA SEDUTA DEL CONSIGLIO REGIONALE E PROCLAMAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE.NELLA FOTO: L'ASSESSORE ALL'AMBIENTE GIANPAOLO BOTTACIN

Forse a De Menech non è bastata la batosta di proporzioni bibliche che domenica scorsa i Veneti, i Bellunesi e persino i cittadini di Ponte nelle Alpi, ridente paese dolomitico dove l’onorevole ha la residenza e dove è stato sindaco prima di lasciarsi travolgere dalle nebbie romane, hanno dato al suo governo. Sostenendo una riforma che avrebbe annientato le Autonomie ha perso il diritto di parlare di Autonomia”. E’ questa la risposta dell’Assessore regionale alla specificità di Belluno Gianpaolo Bottacin alle accuse che il Parlamentare del Pd ha mosso alla Giunta regionale e al presidente Zaia di non voler dare autonomia al bellunese.“La lunga striscia di insuccessi del partito guidato in Veneto da De Menech – rincara la dose Bottacin – non si è fermata nemmeno questa volta e, purtroppo, nemmeno la sua strategia parolaia con cui cerca di confondere i cittadini: uno che fino a sette giorni fa faceva campagna elettorale promuovendo una riforma che cancellava le province e annientava le regioni accentrando tutto allo stato ha perso il diritto di parlare di autonomia. Che insista suona quanto meno curioso”. “De Menech stia sereno – conclude Bottacin – tra qualche mese chiederemo, tramite referendum, ai Bellunesi se vogliono essere come i Trentini o no.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here