BIDELLA AL LAVORO PER 4 ORE STIPENDIATA PER 12 SETTIMANE

0
1599

Tre mesi di stipendio, per un giorno di lavoro. Il maxi emolumento per la mini prestazione lavorativa, ha per teatro l’istituto comprensivo di Vigonza e per protagonista una bidella che, grazie a una serie di incastri tra giorni di malattia personali e congedi parentali, ha lavorato solo quattro ore «ed è costata alle casse dello Stato alcune migliaia di euro» come denuncia Federcontribuenti. «Ba­sta con i furbetti del posto pubblico. Bisogna dare più autonomia ai dirigenti scolastici in modo che possano snellire gli impicci burocrarici, decidere e agire di conseguenza – sbotta il presidente Marco Paccagnella – La scuola dovrebbe creare i cittadini di domani, ma questo sistema guarda al passato, invece che modernizzarsi e migliorare, peggiora». Tutto, racconta Federcontribuenti, ha inizio nel mese di novembre. La scuola deve coprire 18 ore di servizio nei giorni di mercoledì, giovedì e sabato. Sei ore per turno di lavoro, 18 ore totali la settimana. Come prescrive la legge, si utilizza la graduatoria esistente. Secco Paccagnella: «La Buona Scuola è stata fallimentare, fatta con i piedi e non con la testa. La morale è: o cambiamo il Paese o cambiamo Paese».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here