BIMBO DI DIECI ANNI PICCHIATO DAI BULLI

564

Bambino di dieci anni picchiato da coetanei sullo scuolabus per difendere una compagna dagli insulti, l’amministrazione chiede chiarimenti e preannuncia provvedimenti. L’ep­isodio si sarebbe verificato sa­bato sul mezzo in attesa davanti alla scuola Baccari dopo le lezioni, racconta il padre di un bimbo che frequenta la quinta elementare. «Mentre erano a bordo in attesa della salita degli altri studenti un ragazzino ha insultato una bimba cinese. Mio figlio ha preso le difese della sua compagna di classe, l’altro gli ha intimato di farsi i fatti suoi e poi è stato raggiunto dal fratello e da due amici. Si è formato un gruppo di quattro ragazzini, tre di nazionalità marocchina e un italiano. A quel punto mio figlio ha preso botte in diversi punti e una testata nella pancia. L’ac­compagnatrice dello scuolabus non si trovava sul mezzo, era al cancello per prelevare gli altri studenti, mentre l’autista era a bordo». Giudicato guaribile in cinque giorni dal Pronto Soccorso di Rovigo, il bimbo ha riportato alcune contusioni, tra cui una al ginocchio, ed è tornato a casa malconcio, taciturno e con le stanghette degli occhiali piegate in seguito alla colluttazione. I protagonisti dell’aggressione, tutti di 10-11 anni, non sono imputabili per la legge in quanto minori di 14 anni.