Wellness & beauty, le nuove frontiere Focus sui trattamenti laser: al riparo da multe con l’adozioni di adeguati dispositivi

0
6

La medicina estetica tende per la prima volta la mano agli operatori della cura della persona, grazie al workshop CNA. Nelle aule laboratorio di CNA Vicenza è andata in scena la prima edizione di Wellness & beauty, un incontro tecnico-professionale gratuito aperto a estetisti e acconciatori per fare il punto sulle nuove frontiere di un settore in completa evoluzione grazie alle moderne tecnologie, che stanno modificando le competenze degli addetti alla cura della persona al punto da aver in parte “invaso” l’area di manovra un tempo appannaggio dei soli professionisti sanitari specializzati. La grande novità emersa riguarda proprio l’apertura a una convivenza possibile tra medici e saloni di bellezza, confermata dall’intervento della dottoressa Liliana Turatello, medico-chirurgo esperta di medicina estetica. A lei il compito di spiegare come il rischio di sovrapposizione si trasforma oggi in opportunità di collaborazione, alle dovute condizioni. «Come ha evidenziato la dottoressa Turatello – commenta Valeria Cazzola, portavoce Estetica CNA Vicenza – dev’essere chiaro a tutti che i due ambiti sono ben distinti. Il medico opera su diagnosi e cura dei problemi di salute che originano gli inestetismi mentre l’estetista lavora solo sugli effetti visivi. Ma se è vero che noi spesso abbiamo bisogno dell’intervento del medico per agire in modo più profondo e incisivo, non va dimenticato che anche il medico necessita del nostro operato, a volte in fase preparatoria e a volte in momenti successivi. Le nuove tecnologie certo migliorano il grado del nostro intervento, ma la consapevolezza dei propri limiti è fondamentale da entrambe le parti». Come passare quindi da concorrenti a alleati? “Servono le competenze giuste per capire cosa fare”, ha concluso Michela Sple­ndore, portavoce Acconciatori CNA Vicenza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here