SUI COLLI BERICI SPUNTA DI COLPO UN ANFITEATRO ROMANI

0
1871

Sui Colli Berici spunta all’improvviso un anfiteatro romano. Ci sono le statue, i gradoni, le colonne, persino un laghetto. Peccato solo che, di quest’opera, nessuno sapesse nulla. Sembra essere sbucata all’improvviso, all’insaputa dell’amministrazione e pure dei residenti di Arcugnano. Che ci fosse qualcosa di strano qualcuno lo aveva intuito: gli abitanti di località Fontega sostengono di aver notato, nei mesi scorsi, un gran via vai di camion e di essersi chiesti come mai quel traffico e quel trambusto improvviso.   Il so­sp­etto è che si tratti di un abuso edilizio, tanto che il sindaco Paolo Pellizzari ha di­sposto accertamenti ed indagini raccogliendo carte e documenti che ha poi inviato in Pr­o­­cura. L’amministrazione co­munale è venuta a conoscenza del “ritrovamento archeologico” solo pochi mesi fa, dopo che negli uffici era pervenuto l’esposto di un privato, al quale se n’è aggiunto un secondo. «L’ip­otesi – sostiene il primo cittadino di Arc­ug­nano – è che siano stati eseguiti i lavori senza  aver ottenuto i relativi permessi». «Ab­b­i­amo anche cercato di approfondire – ha concluso Paolo Pellizzari – gli aspetti st­orici ma non abbiamo trovato alcuna traccia di un anfiteatro nella nostra zona». A creare ancora più scompiglio, infine, è stato un comunicato diffuso nei giorni scorsi con l’annuncio dell’arrivo dell’archeologo Ma­u­rizio Tosi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here