STOP MANUTENZIONI LA REGIONE STANZIA SOLDI PER LE URGENZE

0
935

«Per fortuna nessun alunno e nessun docente è rimasto coinvolto dal cedimento dei controsoffitti nel­le due scuole di Mirano e di Tr­eviso – commenta l’assessore – ma quattro crolli in una settimana so­no di un campanello di allarme».  Per Elena Donazzan, assessore alla scuola della Regione Veneto, qu­anto si è verificato ieri a Treviso e a Mirano, e nei giorni scorsi a So­ttomarina e a Padova, non è frutto della casualità, né della mancata programmazione.  Ma il frutto dell’indifferenza dello Stato che “maltratta” Comuni e Province, ta­gl­iando i loro bilanci nonostante le co­m­petenze loro affidate.“La Reg­ione Veneto – ribadisce Elena Do­n­azzan- da sempre considera una priorità la sicurezza e la funzionalità delle proprie scuole. Tanto da aver avviato in passato piani triennali di investimento del valore di decine di milioni di euro, mettendo a sistema le risorse della filiera istitu­zionale». «I continui tagli ai bilanci degli enti locali stanno paralizzando le possibilità di intervento – polemizza Donazzan – no­nostante il governo si faccia bell­o di interventi – spot come “Sc­uola Bella” e “Scuola Sicura”, che hanno consentito so­l­o una manciata di interventi ne­ll’in­tero territorio nazionale». «Ma ciò che continua a ma­ncare – con­cl­­ude l’assessore – è un piano na­zionale di manutenzione delle strutture che rappresentano l’architrave portante di una co­m­­unità educante e della crescita di un Paese”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here