Prima spara alla figlia e poi tenta di uccidersi, salvato dai carabinieri

Prima ha sparato alla figlia per ucciderla e poi ha cercato di togliersi la vita impiccandosi. Ora un cittadino cingalese, di 46 anni, è piantonato all’ospedale di Padova, in gravi condizioni, dopo aver ferito la figlia di 26 anni sparandole almeno due colpi con un fucile da caccia calibro 9 L’uomo ha quindi tentato il suicidio rivolgendo l’arma contro se stesso; poi ha cercato di impiccarsi ad una trave della tettoia dell’abitazione. Il grave episodio è accaduto a Teolo, nel Padovano, dove la giovane svolge l’attività di badante presso una famiglia. Solo il pronto intervento dei carabinieri, che sono riusciti a recidere il laccio, ha evitato la morte. Non si conosce ancora il movente del folle gesto. L’uomo, come disposto dal Pubblico Ministero di turno alla Procura della Repubblica di Padova, è stato arrestato per il delitto di tentato omicidio ed è piantonato in ospedale dai Carabinieri.