Premio Mario Rigoni Stern alla fiera di Riva del Garda

0
140

In concomitanza col dodicesimo anniversario (16 giugno) della scomparsa dello scrittore asiaghese Mario Rigoni Stern, il Comitato promotore del Premio per la letteratura multilingue delle Alpi, a lui dedicato, ha stabilito che la decima edizione si svolgerà la sera del 17 settembre alla Fiera di Riva del Garda, in spazi che consentiranno il distanziamento fra i presenti.

I libri iscritti al concorso letterario sono 61, il numero più alto di sempre, una decina dei quali in tedesco, sloveno e occitano. A scegliere il vincitore e i segnalati sarà la giuria composta da Ilvo Diamanti, Marco Albino Ferrari, Paola Filippi, Mario Isnenghi e Daniele Jalla.
Nel corso della finale sarà anche consegnato il Premio Guardiano dell’Arca-Osvaldo Dongilli a una persona o un’associazione che si sia distinta nella tutela e nella valorizzazione della montagna.
L’edizione di quest’anno di fatto è il prologo alle celebrazioni per il centenario della nascita dello scrittore altopianese, che ricorrerà nel 2021 e per il quale il Comune di Asiago e il Comitato nazionale sta predisponendo un fitto calendario di iniziative.
Il Premio Rigoni Stern, che si svolge alternativamente in Trentino e nel Veneto, è nato nel 2011 per favorire lo sviluppo delle culture che fanno riferimento all’arco alpino, ed è destinato ad opere di narrativa e di saggistica che ne valorizzino il paesaggio, le tradizioni, le attività produttive all’insegna dell’ecocompatibilità, il contesto socioculturale delle diverse comunità che lo abitano, con le loro istituzioni storiche legate all’uso comunitario dei beni, la caccia, come attività legata a una particolare sensibilità ambientale, la guerra in montagna come scenario particolare e doloroso della storia europea, il patrimonio narratologico, con le sue fiabe, le leggende, i suoi miti di ieri e di oggi.