PRELIEVO A PRODUTTORI DI LATTE, PRIMA SI PRONUNCI GOVERNO

0
772
VENEZIA 27.06.2015.FOTOATTUALITA'.PALAZZO FERRO FINI. PRIMA SEDUTA DEL CONSIGLIO REGIONALE E PROCLAMAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE.NELLA FOTO. L'ASSESSORE ALL'AGRICOLTURA GIUSEPPE PAN.

«Iscriveremo le somme dovute dai produttori nel registro debitori, ma non faremo nulla di più in attesa che il ministero per le Politiche Agricole chiarisca se e come applicare i prelievi imposti ai produttori che hanno sforato le ‘quote-latte’ nella campagna lattiera 2014-2015». É quanto l’assessore all’Agricoltura della Regione Veneto, Giuseppe Pan – d’intesa con il collega lombardo Gianni Fava – ha comunicato al coordinatore della commissione politiche agricole della Conferenza delle Regioni, il  pugliese Leonardo Di Gioia, chiedendo l’intervento ufficiale della Conferenza stessa in merito alla contrastata vicenda delle quote-latte e del prelievo ‘forzoso’ imposto da Agea alle aziende che hanno ‘sforato’ i tetti produttivi imposti. Veneto e Lombardia sono le due regioni più interessate, dove si concentra il maggior numero di stalle. E dove è maggiore la protesta contro questo onere finanziario comunicato da Agea nell’agosto del 2015 e subito impugnato da numerose aziende. Tanto che una  recentissima sentenza del Tar dell’Emilia Romagna, sezione di Parma, ha annullato – per difetto di motivazione e per mancato coinvolgimento della Commissione europea – singoli provvedimenti di riscossione del prelievo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here