Parte la prima Academy dell’occhiale

0
178

Partirà lunedì prossimo presso la sede dell’azienda Thélios a Longarone, la prima Academy per formare e assumere nuovo personale, grazie alla collaborazione con l’agenzia per il lavoro ADHR Group, sede di Belluno, che sta curando la ricerca e selezione.
Si cercano 10-12 neodiplomati, usciti da istituti tecnici meglio se meccanici e professionali, laureati in ingegneria meccanica, ma anche giovani senza qualifiche particolari che abbiano avuto esperienza in aziende di occhialeria o metalmeccaniche, con una conoscenza base del ciclo produttivo. L’Academy, al via dal 18 settembre fino al 10 ottobre, permetterà ai partecipanti di specializzarsi in diverse aree dell’industry tra cui la progettazione, l’industrializzazione e la produzione.
“Si tratta di figure strategiche per lo sviluppo del nostro business che potranno trovare spazio in azienda per crescere e mettersi in gioco”, ha comunicato Thélios in una nota: “Siamo fortemente impegnati nella trasmissione del nostro know-how alle nuove generazioni attraverso molteplici iniziative sul territorio. Con 500 nuovi assunti nel 2022 e 207 nel primo semestre del 2023, in pochi anni siamo arrivati a contare oltre mille persone impiegate, con l’obiettivo di rispondere alle richieste crescenti delle Maison del Gruppo LVMH che ci hanno affidato l’ideazione, lo sviluppo e la distribuzione in tutto il mondo delle proprie collezioni eyewear”.
L’azienda – nata dalla volontà di Lvmh, leader mondiale del lusso, di affermarsi nel settore dell’occhialeria – progetta, produce e distribuisce occhiali da sole e montature da vista per prestigiosi brand tra cui Dior, Fendi, Stella McCartney, Kenzo e altri, unendo l’identità unica di ogni casa produttrice con la sapienza dell’artigianalità manifatturiera italiana.
“La persona è al centro della nostra attività, grazie a formule innovative di sostegno e sviluppo dedicate ai nostri dipendenti”, continua la nota dell’azienda: “Dalla formazione continua, al rispetto e promozione dell’equilibrio tra lavoro e vita privata, fino a benefit, premi e mensa aziendale per fare fronte al caro vita. Ultimo, ma non meno importante”, conclude la nota, “la tutela dell’ambiente, dove siamo impegnati grazie al contenimento degli scarti di produzione, l’efficienza produttiva e la minore emissione di CO2 con il ricorso al carpooling”.