NAVI E SVILUPPO, BRUGNARO CONVINCE L’UNESCO A PARIGI

0
844

È stata una giornata lunghissima, nella sede centrale dell’­Unesco a Parigi. Ma la tensione si è stemperata e i volti si sono fatti sorridenti, sia tra la delegazione italiana e veneziana che tra i tecnici e funzionari dell’organizzazione delle Nazioni Unite. «La mia presenza – è il commento di Bru­gnaro – è un segnale della fiducia e dell’impegno di Venezia per la cooperazione a livello internazionale». Il sindaco ha illustrato personalmente i punti salienti. Ad esempio, ha puntato molto sull’esclusione delle grandi navi dal bacino di San Marco, come chiede l’Un­esco «Lo dico e lo scrivo da 8 anni» il­lustrando il progetto del­le Tresse, per salvaguardare i posti di lavoro della Marittima. Poi ha parlato della gestione dei flussi e delle audizioni in commissione di tutti i progetti. Infine ha alzato le braccia di fronte alla liberalizzazione degli affitti turistici («non posso farci niente») e ha mostrato di puntare sulla creazione di nuovi posti di lavoro grazie sopr­attutto alle nuove tecnologie e agli spazi che si libereranno a Ma­r­­ghera. «Speroch­e questo incontro sia il punto di partenza per una col­lab­ora­zione che costruisca una­ visione di Ven­ezia per i prossimi 20 anni».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here