Modificare le norme sugli inquilini Ater. La proposta della Cgil

0
70

Modificare la normativa regionale sugli inquilini Ater e rilanciare un piano di investimenti per costruire nuovi alloggi e recuperare il patrimonio sfitto. Il messaggio lo lanciano Cgil Cisl Uil del Veneto assieme ai relativi sindacati degli inquilini in vista della convocazione, a giorni, del tavolo tecnico regionale sulle modifiche alla normativa in tema di edilizia residenziale pubblica. Le organizzazioni sindacali, che stanno programmando un’iniziativa regionale, chiedono di rivedere requisiti di accesso e di permanenza negli alloggi, criteri di calcolo dei nuovi canoni e procedure di mobilità obbligatoria a fronte dei tanti casi in cui soggetti deboli verrebbero messi in difficoltà dalle nuove norme. Cgil Cisl Uil e sindacati degli inquilini chiedono anche un impegno a fronte del fatto che il bilancio regionale 2020/2022 non destina un euro all’edilizia pubblica nonostante vi sia una domanda in crescita (14.000 in attesa) e sia radicalmente cambiata la tipologia dei nuclei familiari e i relativi bisogni. Nel Veneto, inoltre, fra Ater e Comuni, vi sono 4.000 appartamenti sfitti che si potrebbero recuperare e che invece vengono lasciati nel degrado e nell’abbandono. Per parlare di tutto questo l’appuntamento è per oggi alle 11.30 nella sede della Cgil a Mestre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here