Maestri artigiani veneti, primo esame

0
204

Sono i primissimi aspiranti al nuovo titolo regionale di Maestro Artigiano che per ottenerlo hanno frequentato un percorso di formazione manageriale di 100 ore, conclusosi oggi con l’esame finale. È andato in scena stamattina nella sede vicentina di CNA l’atto conclusivo del primo corso per l’ottenimento della qualifica, promosso e realizzato proprio dall’associazione. 12 i partecipanti, di cui 7 dalla provincia di Vicenza, 3 dalla provincia di Verona e 2 dalla provincia di Padova. L’esame – un colloquio orale della durata di 15 minuti di fronte a un incaricato regionale, con presentazione di un project work sull’esperienza – è servito per certificare le conoscenze e le competenze maturate attraverso un percorso che ha impegnato gli artigiani per 6 mesi da giugno a dicembre 2022, durante i quali hanno partecipato a 18 lezioni online di tre ore ciascuna (54 ore totali) e a 3 weekend formativi in presenza (48 ore totali). Entro i prossimi 30 giorni sarà ufficializzato l’esito, permettendo a chi avrà superato l’esame di essere inserito nel prestigioso elenco regionale dei Maestri Artigiani che conta attualmente 150 iscritti ammessi per aver già dimostrato il possesso di consolidate competenze professionali e manageriali, capacità di trasmissione delle competenze e attitudine all’insegnamento. Un’iniziativa interamente gratuita, che CNA attraverso il proprio Ente di formazione Ecipa ha progettato e portato avanti secondo le direttive regionali. Obiettivo, aiutare gli artigiani a portare la propria professionalità nel futuro, trasformandola in uno strumento attrattivo in particolare nei confronti delle nuove generazioni sia come opportunità di continuità commerciale ma anche come scelta di vita. «Faccio i complimenti a tutti i partecipanti per la dedizione e il coinvolgimento con cui hanno portato avanti questo percorso – commenta Cinzia Fabris, presidente CNA Veneto Ovest -. A livello di tematiche, sono stati 4 i moduli formativi proposti: gestione generale d’impresa, comunicazione e valorizzazione del brand, gestione dei processi d’innovazione, gestione delle persone e trasmissione delle competenze. «La proposta ha permesso agli artigiani di prendere coscienza dei nuovi strumenti a disposizione per una gestione più evoluta dell’attività – spiega Elisabetta Scala, responsabile del progetto Maestri Artigiani per CNA Veneto Ovest -. Ma soprattutto ha dato loro modo di mettersi in discussione, di fare squadra, di misurarsi con un mercato che cambia dove sarà sempre più fondamentale la capacità di essere parte di un unico sistema. Adesso siamo già al lavoro per la prossima edizione, che seguirà le stesse coordinate con l’obiettivo di renderla ancora più numerosa e partecipata».