Legge speciale per Venezia finanziamento da 28 milioni

0
79

Il Consiglio regionale ha chiuso la legislatura con l’approvazione della delibera che permette di riallocare 28.688.972,39 euro, risorse a valere sui finanziamenti della Legge Speciale per Venezia, destinandole ad importanti interventi di bonifica e risanamento ambientale che saranno realizzati nelle province di Venezia, Padova e Treviso.
“Non poteva concludersi meglio la mia esperienza di consigliere regionale – commenta l’assessore regionale allo sviluppo economico con competenza sulla legge speciale per Venezia – perché la proposta di riallocazione di risorse relative alla legge speciale va a risolvere tutta una serie di criticità del nostro territorio. Per citarne solo alcune, la bonifica della C&C di Pernumia (PD), con una vicenda che avevo visto nascere nel 2005 da consigliere padovano, e dell’ex-Nuova ESA di Marcon (VE). Siamo riusciti a dare risposte a problemi che persistevano da anni, mantenendo le promesse con i cittadini”. La delibera approvata in chiusura dell’ultimo consiglio regionale prevede di recuperare risorse dalla Legge speciale per Venezia, destinandole alla tutela della salute per risanare numerosi siti contaminati. Di seguito l’elenco degli interventi oggetto di proposta di riallocazione che, dopo il via libera della giunta, dovrà passare al vaglio del consiglio regionale: € 7.000.000,00 per completamento degli interventi di smaltimento di rifiuti pericolosi e di bonifica ambientale dell’area dell’ex “C&C” di Pernumia (PD); € 10.000.000,00 per vasca di accumulo delle acque meteoriche di Carpenedo – Bissuola, a Mestre – Venezia; € 750.000,00 per lavori di adeguamento della sezione di disidratazione e realizzazione delle nuove sezioni di filtrazione finale e disinfezione presso l’impianto di depurazione in località Salvatronda di Castelfranco Veneto (TV); € 1.000.000,00 per sistema di telecontrollo per la regolazione e la gestione dei reflui immessi nelle condotte di adduzione al Progetto Integrato Fusina; € 180.000,00 per “Interventi sulla rete idraulica del Bacino del Lusore – Secondo lotto: ricalibratura del corso d’acqua Fondi a Sud”; € 1.420.000,00 Completamento dei manufatti relativi alla ricalibratura dello Scolo Altipiano; € 180.000,00 per attività preliminari per consentire l’attuazione del progetto “Interventi strutturali in rete minore di bonifica”.