Le grandi mostre ad Asiago da Ligabue ai pittori veneti

0
488

Ritornano le grandi mostre ad Asiago. Al Museo Le Carceri si concretizzerà, a partire dall’inizio dell’estate, un grande progetto culturale che si estenderà poi ai mesi successivi.

Il noto critico d’arte Vittorio Sgarbi ha confermato il suo impegno ad operare in favore della Città di Asiago con l’allestimento della grande mostra dedicata al famoso pittore Ligabue, creando un filo conduttore con le sculture bronzee dell’artista asiaghese Paganin.
Si tratta di una grande opportunità che porterà Asiago ad essere al centro del dibattito culturale esti-vo dato che Sgarbi, che recentemente ha incontrato a Roma il sindaco Rigoni Stern, ha dichiarato di voler compiere delle conferenze a supporto dell’iniziativa culturale.
“Siamo convinti che la rinascita dopo questo periodo d’emergenza possa avvenire attraverso la pie-na ripresa delle attività culturali con la speranza di poter guardare positivamente al nostro futuro. Un progetto ambizioso che mira ad accrescere il livello delle esposizioni del Museo delle ex Carceri in cui, già in passato, la Città di Asiago aveva ospitato opere di autori quali Picasso, Dalì, De Chiri-co, Guidi, Wharol e tanti altri”. Ha commentato il sindaco di Asiago, Roberto Rigoni Stern.

A seguire in calendario, c’è anche la mostra “Eccellenti Pittori – Brazzale 2021 “Veneto Felice”, curata da Camillo Langone, il secondo appuntamento espositivo dedicato al “Premio Eccellenti Pitto-ri – Brazzale”, fra i grandi premi italiani d’arte.
“In questo periodo di stasi forzata delle attività culturali a causa dell’emergenza pandemica abbia-mo continuato a lavorare per poter proporre, una volta che ci sarà data possibilità di riprendere la programmazione, delle progettualità di alto profilo culturale, convinti che l’arte e la cultura siano strumento essenziale per risemantizzare, dare nuovo significato all’esperienza umana e superare co-sì questo grande momento di difficoltà che ha coinvolto tutti noi. È lungo questo solco che si inseri-ranno queste due importanti mostre, per tornare a riflettere su noi stessi e il mondo che ci circonda, accompagnati dallo sguardo dei grandi artisti”. Ha dichiarato Michela Rodeghiero, consigliere de-legato alla cultura della Città di Asiago.