Lanciato un ponte tra le generazioni

0
301

Dalla borsa di studio per studenti meritevoli al percorso di media e podcast per raccontare esperienze e idee dei più importanti protagonisti della storia imprenditoriale del territorio. Ma anche un piano di visite nelle più virtuose realtà aziendali e una nuova rivista che racconterà i trend dell’imprenditoria del futuro. Le eccellenze dell’imprenditoria del Triveneto lanciano un “ponte tra le generazioni”, per coinvolgere i giovani e trasmettere loro cultura e competenze sviluppate in tanti anni di successi imprenditoriali.
È un percorso all’insegna dell’unione tra tradizione e innovazione quello presentato a Villa Foscarini Rossi a Stra (Venezia) nel corso dell’assemblea del Gruppo Triveneto dei Cavalieri del Lavoro. A presiedere i lavori il nuovo presidente del gruppo, Enrico Zobele. L’incontro si è aperto con un commosso ricordo di Andrea Riello, l’imprenditore veronese ed ex presidente di Confindustria Veneto recentemente scomparso, a cui è stato dedicato un minuto di silenzio. A lui e al padre Pilade, decano del Gruppo, oltre che al fratello Pierantonio, si è rivolto il pensiero dei partecipanti all’Assemblea, eccellenze industriali del Nordest come, tra gli altri, Gianfranco Zoppas, Giovanni Rana, Enrico Marchi, Maria Carla Macola Bonsembiante, Andrea Rigoni. Protagonisti della crescita e dello sviluppo industriale del territorio degli ultimi decenni che diventano testimoni ed esempi per le nuove generazioni.
L’Assemblea si è tenuta nel Salone degli Affreschi di Villa Foscarini Rossi. Nel corso dei lavori sono stati presentati i Cavalieri del Lavoro nominati nel 2019, 2020 e 2021, anni in cui a causa dell’emergenza sanitaria non si era tenuta l’assemblea, e in particolare i tre nuovi Cavalieri nominati nel 2022 Sergio Balbinot (presidente Allianz SpA), Margherita Fuchs von Mannstein (presidente Forst) e Andrea Rigoni (amministratore delegato Rigoni di Asiago). A seguire è stato presentato il Programma triennale finalizzato a generare nuove connessioni con gli imprenditori e manager del futuro e a contribuire alla crescita e innovazione del Triveneto e del suo sistema imprenditoriale. Il programma prevede diverse iniziative che andranno a realizzarsi nel corso del mandato del presidente Zobele a partire da quest’anno e fino al 2025.
Innanzitutto, il lancio della borsa di studio “L’imprenditore del futuro” per gli alunni ad alto potenziale diplomati nelle scuole superiori del Triveneto. Agli studenti vincitori verrà chiesto inoltre di interpretare in uno scritto originale il futuro dell’imprenditoria del Triveneto.