La firma sulle colline del Prosecco

0
189

Nell’aula magna della scuola enologica “Giovanni Battista Cerletti” di Conegliano è stato firmato l’atto costitutivo dell’associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene.
La nuova associazione sarà l’ente di gestione del nuovo sito Unesco del paesaggio delle colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, l’ottavo del Veneto e il 55esimo sito italiano iscritto nella prestigiosa lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità.
Presenti a questo storico mo­mento per tutta l’Alta Marca Trevigiana, insieme ai sindaci del territorio, a diversi consiglieri regionali e ai membri del comitato scientifico che ha curato il dossier per la candidatura, il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, l’ambasciatore Massimo Riccardo, rappresentante permanente dell’Italia nella sede parigina dell’Unesco, Mario Pozza, presidente della Camera di Commercio Treviso-Belluno-Dolomiti e presidente Unioncamere Veneto, Innocente Nardi per il Consorzio di tutela del Conegliano Valdobbiadene Docg, Stefano Marcon, sindaco di Castelfranco Veneto e presidente della Provincia di Treviso e Stefano Soldan, sindaco di Pieve di Soligo e rappresentante dell’Ipa “Terre Alte della Marca Tre­vigiana”.L’incontro è iniziato con i saluti del governatore Zaia e del dirigente del “Cerletti”, Maria Grazia Morgan, ed è proseguito con la consegna della borsa di studio “Flavio Bortolato” a nove studenti dell’istituto enologico coneglianese che si sono contraddistinti per un lavoro di ricerca sulla sostenibilità ambientale in campo vitivinicolo: Rodolfo Panzeri, Vittorio Sellan, Loris Tomè, Luca Manfè, Lorenzo Dalle Crode, Laura Rosso, Christian Marchesin, Tom­maso Rossi e Riccardo Zanella.E’ stata anche l’occasione per presentare il consiglio di amministrazione del nuovo ente formato dalla dottoressa Marina Montedoro, dalla dottoressa Silvia Mion, dal sindaco di Tarzo, Vincenzo Sacchet, dal sindaco di San Fior, Bepi Maset, da Lodovico Giustiniani e Ivo Nardi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here