La Fiera di Longarone a pieno regime

0
82

Si è aperta oggi la seconda edizione di Fiera & Festival delle Foreste. Prima dell’inaugurazione il presidente di Longarone Fiere Dolomiti, Gian Angelo Bellati e il Presidente della Provincia di Belluno, hanno ricordato la figura di Battista Costantini, padre della selvicoltura, la parte delle scienze forestali relativa all’impianto, alla conservazione e all’utilizzazione dei boschi. «Senza di lui – sottolinea il presidente Bellati – non ci sarebbe nemmeno stato il Festival. È merito suo se tutta la realtà boschiva della nostra regione è oggi salvaguardata». A Bellati fa eco Padrin. «Ricordiamo un uomo che ha dato tanto alla natura e ai boschi dedicando la sua vita e i suoi studi per salvare un patrimonio che è unico in Italia». Commosso il commento di chi, come il Coordinatore del Comitato scientifico Giustino Mezzalira ha lavorato con lui. «È stato non solo un onore averlo come collega ma averlo soprattutto come amico. Se siamo qui oggi è soprattutto per merito suo. Credo che l’eredità che ci ha lasciato sia da preservare e tutelare anche per le generazioni future». Alle 11.30 l’inaugurazione ufficiale davanti al Presidente Gian Angelo Bellati, Roberto Padrin, l’Assessore all’ambiente e alla protezione civile della Regione del Veneto, Giampaolo Bottacin, il presidente di Veneto Agricoltura Alberto Negro, il Sen. Paolo Saviane, Alberto D’Alessandro per la Rappresentanza della Commissione Europea – Ufficio di Milano che ha portato i saluti del Direttore Massimo Gaudina, l’europarlamentare Gianantonio Da Re. La Fiera e il Festival delle Foreste si propone come laboratorio di idee e strategie per il futuro. Al centro del lavoro poniamo la riflessione sul Piano di Sviluppo Rurale e, per la prima volta in maniera organica, con tutti i soggetti competenti, di cambiamenti climatici e Green Deal.