la Carta ittica per sviluppare la pesca

0
215

La Giunta regionale del Veneto, su proposta dell’assessore alla pesca Giuseppe Pan, ha approvato il documento preliminare e il rapporto ambientale della futura carta ittica regionale. Si tratta di un passaggio intermedio e preliminare rispetto alle valutazioni ambientale strategica e di incidenza ambientale, che avvicina il traguardo dell’adozione del piano regionale di settore per le attività di pesca e di molluschicoltura. I due documenti preliminari approvati dalla Giunta censiscono gli 11 bacini idrografici del Veneto, popolati da 60 specie diverse di pesci di acqua dolce, e il sistema delle lagune venete, che conta una novantina di specie ittiche diverse e oltre 200 specie di molluschi e crostacei. Obiettivo ultimo del documento preliminare e del rapporto ambientale è indicare e prevenire criticità tra le esigenze di conservazione della fauna ittica e degli habitat e quelle del mondo della pesca e bilanciare in forma ottimale le esigenze di sviluppo produttivo e di miglioramento della pesca con quelle di sostenibilità ambientale.“Con la riorganizzazione delle Province, determinata dalla riforma Delrio, la Regione ha dovuto assumere la gestione di alcune funzioni provinciali, tra cui la pesca – ricorda Pan – Ragion per cui il Veneto deve dotarsi di uno strumento regionale di programmazione”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here