INQUINAMENTO NEL RETRONE INTERVENTO TEMPESTOVP

0
965
VENEZIA 27.06.2015.FOTOATTUALITA'.PALAZZO FERRO FINI. PRIMA SEDUTA DEL CONSIGLIO REGIONALE E PROCLAMAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE.NELLA FOTO: L'ASSESSORE ALL'AMBIENTE GIANPAOLO BOTTACIN

«Nelle acque del Retrone è stato registrato in queste ore un episodio di inquinamento da idrocarburi. Una volta allertati sono subito intervenuti i tecnici dell’ARPAV, l’­a­genzia regionale per la protezione ambientale, insieme alla protezione civile e ai volontari di Mo­ntecchio Maggiore.  A tutti co­loro che si sono mobilitati sento di do­ver rivolgere un ringraziamento p­er la prontezza e la disponibilità di­mostrate anche in quest’occasione». È l’assessore regionale all’­ambiente e alla protezione civile Gianpaolo Bottacin ad esprimersi in questi termini, dopo essere stato informato di quanto ac­caduto e essersi messo in contatto con le strutture regionali e locali che si sono attivate per affrontare l’emergenza e contenere lo sversamento nel fiume Retrone, in territorio vicentino. «Alla Regione del Veneto – fa presente Bottacin – è stato richiesto il supporto con panne galleggianti da poter stendere sul corso d’acqua per bloccare le sostanze inquinanti. Sentito il comitato vo­lontario di protezione civile di Mo­ntecchio Maggiore, e avuta la conferma della disponibilità di barriere galleggianti, protezione civile del comune di Vi­cenza, la sala operativa della protezione ci­vile regionale ha immediatamente attivato per le vie brevi il Co­mitato per il posizionamento delle ba­rriere presso Ponte Furo. a Vicenza. Il coordinamento delle attività è in questa fase a cura del Comune di Vicenza e di ARPAV presenti sul luogo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here