Il ciclismo promuove il territorio

0
310

Il Veneto in ottobre diventa protagonista del ciclismo mondiale con due appuntamenti d’eccezione, il 1° Mondiale di Gravel che si svolgerà tra l’8 e il 9 ottobre prossimi fra Vicenza e Cittadella e la Veneto Classic il 16 ottobre, che porta il ciclismo professionistico tra i suggestivi paesaggi compresi tra Treviso e Bassano. Le manifestazioni sono state presentate a Palazzo Balbi nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato l’assessore regionale allo Sport Cristiano Corazzari su delega del presidente Luca Zaia, il presidente del Consiglio regionale del Veneto Roberto Ciambetti e il ceo di PP Sport Events Filippo Pozzato.
Il 1°Mondiale di Gravel, istituito dall’UCI managing board e affidato all’organizzazione di PP Sport Events con il supporto della Regione Veneto e in collaborazione con il Comune di Vicenza e il Comune di Cittadella, coinvolge atleti professionisti assieme ai migliori ciclisti amatoriali che hanno ottenuto la qualifica nelle 11 tappe dell’UCI World Series. Tra i nomi più attesi al via c’è quello di Peter Sagan, il tre volte campione del mondo su strada.
Il tracciato parte da Campo Marzo a Vicenza, dopo il via i ciclisti affronteranno la salita a Monte Berico e Arcugnano, per poi scendere verso il lago di Fimon e proseguire in direzione di Montegaldella. Nella provincia di Padova il percorso toccherà Selvazzano e Tancarola, per poi invertire attorno alla città del Santo e arrivare, percorrendo l’argine destro del fiume Brenta, verso Piazzola. Il traguardo è in piazza Pierobon a Cittadella.
Il 16 ottobre il ciclismo professionistico si dà appuntamento a Treviso per la seconda edizione della Veneto Classic, una classica che punta ad entrare nell’Olimpo del World Tour, e che nello spirito degli organizzatori, PP Sport Events, è nata con l’obiettivo di ricreare nel Veneto le altimetrie e le atmosfere tipiche delle grandi classiche del Belgio. Quest’anno la partenza è a Treviso e il traguardo a Bassano del Grappa. La corsa, che conta in tutto 190 chilometri, si dirigerà verso Conegliano, Ca’ del Poggio, Valdobbiadene, e, attraversato il Piave a Fener, sfilerà lungo il pedemonte del Massiccio del Grappa sino ad attraversare Bassano. A seguire tre giri nel famoso circuito della Rosina nel Marosticense, e altri tre in zona Colceresa, con altrettanti passaggi sulla Tisa. Gli atleti dovranno poi affrontare l’inedita salita con fondo sterrato che conduce alla tenuta Diesel Farm dell’imprenditore Renzo Rosso. L’arrivo, è in piazza Garibaldi a Bassano. Sono attesi al via i maggiori team in campo internazionale.
“Sarà un ottobre ricco per il ciclismo in Veneto, oltre ai due appuntamenti di punta che oggi presentiamo, il primo mondiale gravel e la seconda Veneto Classic abbiamo in programma altri eventi, il 12 ottobre il Giro del Veneto, il 14 Serenissima Gravel e il 15 la social ride Veneto Go – interviene Pozzato – ringrazio la Regione del Veneto per l’appoggio fornito, è merito della Regione se siamo riusciti a portare in Veneto il primo mondiale di Gravel e faremo qualcosa che rimarrà nella storia. Quanto alla Veneto Classic, nata dalla volontà di portare sul territorio una classica importante, lavoriamo per farla diventare un appuntamento dell’Olimpo del World Tour”.