Il calendario scolastico e l’autonomia

0
183

“Zaia faccia il suo dovere e fissi la data di inizio delle lezioni, visto che il calendario scolastico è di competenza regionale. Non si nasconda dietro la data del voto semplicemente per cercare lo scontro”. A chiederlo è Anna Maria Bigon, consigliera del Partito Democratico. “Ogni volta dice che non vuole fare polemiche con il Governo e ogni giorno apre invece un nuovo fronte, utile per la sua campagna elettorale permanente. Decida una data e la comunichi ad alunni, genitori e insegnanti. Oltre, naturalmente, al presidente Mattarella che sarà a Vo’ per l’inaugurazione dell’anno scolastico; il capo dello Stato non può attendere i capricci del governatore. Gli ricordo che può farlo in cinque minuti, non c’è bisogno dell’autonomia da Roma”.
“Trovo assurdo questo insistere, ancora, sulla questione elettorale – aggiunge l’esponente dem veronese – La finestra di luglio, voluta da Zaia esclusivamente per monetizzare il consenso in spregio a ogni regola democratica sulla partecipazione e senza le necessarie garanzie di sicurezza sanitaria, è saltata. Non erano d’accordo neanche Salvini, né gli altri alleati di centrodestra, chieda a loro come mai non l’hanno supportato”.