I dipendenti vanno coinvolti

0
177

La storia ci insegna che Alessandro Magno ha conquistato chilometri e chilometri di terre sconosciute grazie al suo coraggio e all’entusiasmo delle sue truppe, compatte e motivate. La stessa storia, però, ci dice che a porre fine alle ambizioni del re macedone sia stato un crescente dissenso tra i suoi uomini, e il loro progressivo non sentirsi più parte del progetto di Alessandro.
A un certo punto della sua avanzata, infatti, Alessandro Magno cominciò a non gestire più il dissenso, e ad assumere sempre più nuove reclute per sostituire chi si lamentava per le spedizioni estenuanti o per le strategie di attacco. Questo continuo ricambio di persone provocò un progressivo indebolimento dell’esercito e, a lungo andare, un arresto dell’espansione del suo impero.
Riportando questo esempio nel mondo dell’organizzazione aziendale, si potrebbe dire che Alessandro Magno disincentivò il senso di appartenenza della propria forza lavoro, non comprendendo il valore dell’employee engagement, ovvero il coinvolgimento dei dipendenti.
E se anche tu stessi compiendo gli stessi errori del grande condottiero?
Un dipendente poco motivato è in difficoltà a raggiungere gli obiettivi nei tempi stabiliti ed è sempre restio ad accettare più responsabilità. È apatico, stressato e poco produttivo.
Non c’è dunque da meravigliarsi se negli ultimi due anni molti leader hanno investito nell’employee engagement, ovvero nell’insieme delle attività che portano un collaboratore a contribuire attivamente al successo della propria azienda, sentendosi ascoltato e valorizzato.
Certo, stimolare la soddisfazione dei propri collaboratori non è cosa facile, ma per migliorare questo aspetto non servono né budget spropositati, né un investimento eccessivo nelle risorse umane. Puoi partire da pochi punti chiave, che elenco di seguito.
Si può iniziare fissando tempi e obiettivi chiari, così come un sistema di incentivi per il lavoro fatto bene rispettando le scadenze.
Metti al centro l’opinione delle persone. Quando parli con i tuoi dipendenti lascia da parte schermi e calendari: sii presente e ascolta attentamente. Programma degli incontri individuali e stai più attento alle situazioni lavorative e personali di chi ogni giorno ti accompagna nella tua avventura imprenditoriale.
Inizia il percorso per la crescita di una cultura aziendale. Organizza iniziative per i dipendenti in date significative come la chiusura di un contratto o l’anniversario della sua fondazione.
Manda a chi lavora in azienda una newsletter mensile spiegando il perché di questi appuntamenti e raccontando i valori aziendali, facendo presente che tieni alla loro partecipazione.

Tiziana Recchia

Se vuoi proseguire il percorso per avere dipendenti e collaboratori motivati e coinvolti, mettendo a frutto gli oltre 25 anni di esperienza di Cassiopea, scrivimi a tiziana@cassiopeaweb.com o contattami al 347 1513537.