Hospitality, numeri record e tante novità

0
159

È stata presentata a Trento, alla presenza di Roberto Failoni, assessore all’artigianato, commercio, promozione, sport e turismo della Provincia autonoma di Trento, la 44esima edizione della fiera italiana leader nel settore dell’ospitalità e della ristorazione: Hospitality – Il Salone dell’Accoglienza. La manifestazione è in programma dal 2 al 5 febbraio al quartiere fieristico di Riva del Garda e ospiterà quest’anno ben 561 aziende espositrici. In apertura dei lavori, il presidente di Riva del Garda Fierecongressi, Roberto Pellegrini, ha ricordato il nuovo assetto societario del polo fieristico-congressuale di Riva del Garda e le caratteristiche del quartiere: tredici padiglioni in quattro strutture integrate tra loro – oltre a un efficiente centro congressi. Situato in una posizione strategica, sulle rive del lago di Garda, negli anni si è affermato come polo strategico per lo sviluppo del territorio e hub di tendenze. Hospitality è una delle manifestazioni di punta del quartiere e, secondo il presidente Pellegrini, “rappresenta perfettamente la nostra naturale vocazione per il turismo e l’accoglienza. Per accogliere le numerose e crescenti richieste di partecipazione anche da parte di nuovi espositori, siamo già al lavoro per ampliare l’area espositiva con interventi che ci permetteranno di offrire anche servizi di qualità sempre più elevata e un quartiere all’avanguardia, sia dal punto di vista tecnologico che delle infrastrutture”. Carla Costa, responsabile Area Fiere di Riva del Garda Fierecongressi, ha illustrato tutte le novità di Hospitality 2020, a partire dal nuovo nome e dalla nuova immagine, più contemporanea e rappresentativa di una manifestazione di lunga tradizione proiettata al futuro e particolarmente attenta alle esigenze delle aziende e dei professionisti del settore. Hospitality 2020 si presenta infatti ricca di contenuti e innovazioni di prodotto, con un percorso espositivo unico e completo dalle materie prime, alle attrezzature e arredi per l’hotellerie e la ristorazione, fino all’impiantistica per la produzione della birra e i sistemi gestionali per le attività ricettive. In particolare saranno 561 gli espositori quest’anno (in crescita rispetto ai 525 della precedente edizione), e ancora una volta il Trentino-Alto Adige è ben rappresentato, con 155 aziende. Anche il Veneto (157 espositori), la Lombardia (92) e l’Emilia Romagna (33) hanno dimostrato di credere nella manifestazione, tanto che – come dimostrano i numeri – saranno presenti in forze. Oltre all’opportunità di fare business, elemento strategico della Fiera si conferma la formazione pre, durante e post fiera, grazie alla piattaforma di aggiornamento e informazione Hospitality Academy, strumento particolarmente utile per gli operatori professionali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here